I complementi salariali si democratizzano in Svizzera

Una mano mima con indice e medio una persona che sale una scala composta da pile crescenti di monete.

(14.11.2012) La pratica consistente nel distribuire dei complementi salariali ai suoi impiegati è sempre più frequente in Svizzera. Secondo l'Ufficio federale di statistica (UST), il numero di salariati che beneficiano di tali vantaggi è salito dal 67% del 2004 al 78% del 2010.

I complementi salariali o "fringe benefits" sono dei salari lordi versati sotto forma di prestazioni in natura, che comprendono tutti i beni e servizi che un'impresa mette a disposizione per il suo personale. Sono presenti in tutti i settori economici, ma in proporzioni diverse.

Tenendo conto di tutte le categorie d'impresa, le prestazioni in natura distribuite più comunemente nel 2010 sono i posteggi di impresa (58%), le vetture ad uso privato (56%), i telefoni cellulari ad uso privato (46%) e la partecipazione al 2° pilastro al di là della partecipazione obbligatoria (33%).

Questi vantaggi concernono il 90% dei lavoratori delle assicurazioni, i servizi finanziari e la fabbricazione di impianti elettrici, ed almeno i due terzi dei salariati del settore secondario e certi rami del settore terziario, come il commercio all'ingrosso e al dettaglio, le attività informatiche ed i servizi dell'informazione e dell'amministrazione pubblica. In compenso, la proporzione dei salariati che ricevono dei complementi salariali raggiunge soltanto il 66% nei settori della salute umana e dell'azione sociale, così come dell'insegnamento e del settore alberghiero.

Il rapporto dell'UST mostra inoltre che la presenza di complementi salariali aumenta proporzionalmente alla grandezza dell'impresa. Nel 2010 il numero totale di imprese e di servizi amministrativi che hanno distribuito dei fringe benefits ammonta al 54%. Hanno adottato questa pratica il 53% delle imprese con 10-250 persone, il 98% delle imprese con 251-499 persone ed il 92% di quelle con almeno 500 impiegati. In generale, le imprese che concedono tali vantaggi ai loro impiegati sono anche quelle che versano i salari più elevati.

Infine, la parte del salario lordo rappresentata dai "fringe benefits" raggiunge il 2% (ovvero un valore che può salire fino a 128 franchi al mese) nel 59% delle imprese. I complementi salariali rappresentano tra il 3% ed il 5% (da 192 a 320 franchi al mese) del salario lordo nel 26% delle società, tra il 6% ed il 9% (da 385 a 577 franchi al mese) nell'8% delle imprese e più del 10% per il 4% di esse.


Informazione

Ultima modifica 10.09.2015

Inizio pagina

https://www.kmu.admin.ch/content/kmu/it/home/attualita/news/2012/complementi-salariali-democratizzano-svizzera.html