Calo dei pernottamenti nel settore alberghiero svizzero

Stanza d'albergo vista dall'ingresso con scorcio sul letto e una valigia posata accanto a un tavolino.

(21.03.2012) I turisti si fanno sempre più rari in Svizzera. Secondo l'Ufficio federale di statistica (UST), il numero totale di pernottamenti è diminuito del 4,4% nel gennaio 2012 rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, raggiungendo 127'000 unità.

Le regioni di montagna hanno subito le maggiori diminuzioni dei pernottamenti. Il canton Grigioni ha subito una flessione dell'11%, ovvero 78'000 pernottamenti in meno dello scorso anno. Si tratta del calo assoluto più importante in Svizzera. Berna ha fatto segnare una diminuzione dell'11%, che corrisponde a 11'000 pernottamenti in meno. Questi due cantoni sono seguiti dal Vallese, con un calo del 7,4%, e dall'Oberland bernese, con una diminuzione del 6,9%.

Al contrario, il canton Basilea ha beneficiato del maggior incremento. La regione ha accolto il 13% in più di ospiti, che corrispondono a 12'000 pernottamenti. Altri cantoni hanno fatto registrare una progressione: Lucerna e la ragione del Lago dei Quattro Cantoni hanno fatto segnare un rialzo del 3,1% e Ginevra del 2,8%.

Gli ospiti europei sostano meno negli alberghi svizzeri. Rispetto a gennaio 2011, hanno trascorso il 14% in meno di notti in Svizzera, dato che rappresenta una diminuzione di 179'000 unità. La Germania fa registrare la maggior diminuzione assoluta: il 21%, che corrisponde a 106'000 pernottamenti in meno.

Al contrario, il numero di ospiti provenienti dall'Asia ha avuto un incremento. La Cina ha mostrato la progressione più marcata, con un balzo del 133% su scala annuale, che corrisponde a 23'000 pernottamenti in più.


Informazione

Ultima modifica 09.09.2015

Inizio pagina

https://www.kmu.admin.ch/content/kmu/it/home/attualita/news/2012/calo-pernottamenti-settore-alberghiero-svizzero.html