Tasso di disoccupazione record nella zona euro

Giovane donna seduta in un bar con una tazza di tè che legge un giornale.

(09.11.2011) Il tasso di disoccupazione ha raggiunto un livello record nel mese di settembre del 2011. Sulla base di dati destagionalizzati, si è stabilito al 10,2% nella zona euro, rispetto al 10,1% del mese precedente e al 10,1% del mese di settembre del 2010, secondo l'Ufficio Statistico dell'Unione Europea (Eurostat). Esteso ai 27 stati membri, il tasso di disoccupazione ha raggiunto il 9,7% nel mese di settembre 2011, rispetto al 9,6% del mese di agosto e al 9,6% di un anno fa.

I paesi dell'Unione europea (UE) che registrano i tassi di disoccupazione più elevati sono la Spagna (22,6%), la Grecia (17,6% nel luglio 2011) e la Lettonia (16,1% nel secondo trimestre del 2011). Al contrario, l'Austria (3,9%), i Paesi Bassi (4,5%) e il Lussemburgo (4,8%) sono gli unici paesi a rimanere sotto la barra del 5%. In un anno, l'aumento maggiore della disoccupazione si segnala in Grecia (dal 12,6% al 17,6%), in Spagna (dal 20,5 al 22,6%) e a Cipro (dal 6% al 7,8%). È diminuita invece in Estonia (dal 17,9% al 12,8%), in Lettonia (dal 19,4% al 16,1%) e in Lituania (dal 18,2% al 15,5%).

Tra il mese di settembre del 2010 e del 2011, il tasso di disoccupazione degli uomini è rimasto stabile al 9,9% nella zona euro ed è passato dal 9,6% al 9,5% nell'UE. Quello delle donne è aumentato dal 10,4% al 10,6% nella zona euro e dal 9,7% al 9,9% nell'UE.

Il tasso di disoccupazione dei giovani di meno di 25 anni ha raggiunto il 21,4% nell'UE e il 21,2% nella zona euro nel settembre 2011, rispetto al 20,9% e al 20,8% di un anno fa. In Spagna e in Grecia, la disoccupazione riguarda rispettivamente il 48% e il 43,5% (luglio) dei giovani.


Informazione

Ultima modifica 09.09.2015

Inizio pagina

https://www.kmu.admin.ch/content/kmu/it/home/attualita/news/2011/tasso-disoccupazione-record-zona-euro.html