Secondo trimestre favorevole per l’industria elvetica

Diverse gru si stagliano contro il cielo in un cantiere di edifici dal design contemporaneo.

(28.09.2011) L'industria elvetica ha un andamento positivo. Secondo l'Ufficio federale di statistica (UST), la produzione è cresciuta del 2,3% al 2° trimestre 2011 rispetto allo stesso periodo del 2010. Le cifre d'affari hanno fatto registrare un aumento del 3,1%.

Per quanto concerne la produzione, l'incremento più forte proviene dall'industria tessile (+19,6%). I mezzi di trasporto, l'industria del cuoio, le macchine e le industrie estrattive hanno pure fatto segnare cifre positive. La produzione di energia elettrica, di gas e di acqua ha invece fatto registrare la diminuzione più importante (-6,8%).

Per quanto riguarda le cifre d'affari, l'industria tessile prevale ancora una volta, facendo segnare un incremento del 23,6%. L'industria chimica (-8,4%) fa invece registrare un'importante diminuzione, dovuta in gran parte alle variazioni dei prezzi.

Le ordinazioni hanno pure fatto registrare una progressione, indica l'UST. L'afflusso è aumentato del 2,6% al 2° trimestre rispetto all'anno precedente, in particolare grazie ai beni di consumo durevoli (+19,7%), che comprendono in particolare l'industria tessile, del cuoio e le industrie estrattive. Solo i fabbricanti di articoli in gomma e materie plastiche (-2,2%) hanno constatato una diminuzione della domanda.

Le ordinazioni in portafoglio hanno guadagnato il 10,1%, trascinate dall'industria estrattiva (+67%). Sono diminuite soltanto nel ramo della fabbricazione di articoli in gomma e materie plastiche (-5,7%) e nell'industria della carta, dell'editoria e della stampa (-3%). Infine, le giacenze di prodotti finiti sono aumentate del 4,5%, andando a raggiungere il massimo nell'industria del legno (+13,7%).


Informazione

Ultima modifica 08.09.2015

Inizio pagina

https://www.kmu.admin.ch/content/kmu/it/home/attualita/news/2011/secondo-trimestre-favorevole-industria-elvetica.html