Le riserve delle casse pensioni si assottigliano

Coppia di persone di una certa età sedute ad un tavolo con un uomo in abiti da ufficio che stringe la mano all'altro uomo e un portatile e alcuni documenti davanti a loro.

(26.10.2011) Il cattivo stato dei mercati finanziari continua ad indebolire le casse pensioni elvetiche. La copertura media ponderata in funzione del patrimonio gestito dalle istituzioni di previdenza ha fatto registrare una diminuzione di 2,7 punti durante il 3° trimestre 2011, portandosi al 94,7%, secondo Swisscanto.

Nel corso di questo periodo, il grado di copertura delle casse private è diminuito di 2,3 punti, al 100,3%. Quello delle casse pubbliche ha mostrato un calo di 2,8 punti, all'88,2%. Le riserve di fluttuazione che erano state in parte costituite dopo la crisi finanziaria del 2008 hanno dovuto essere utilizzate per assorbire le perdite, secondo Swisscanto.

Le rendite delle casse pensioni sono andate degradandosi anche nel 3° trimestre: hanno infatti fatto registrare un rendimento medio ponderato sul patrimonio di -2,1% dall'inizio dell'anno. Queste performance negative sono da imputare, secondo Swisscanto, alle perdite subite sui mercati delle quotazioni e dei cambi.

Di conseguenza, il numero totale di casse pensioni che presentano una copertura insufficiente è ulteriormente aumentato rispetto all'inizio dell'anno. La proporzione d'istituzioni di previdenza in questa situazione è praticamente triplicata al 3° trimestre, andando a raggiungere il 37%. La percentuale di casse pensioni in sottocopertura ha raggiunto il 79%, in leggero aumento.


Informazione

Ultima modifica 09.09.2015

Inizio pagina

https://www.kmu.admin.ch/content/kmu/it/home/attualita/news/2011/riserve-casse-pensioni-assottigliano.html