Rendite negative delle casse pensioni

Modellino di una casa posato su di una pila di progetti edilizi.

(24.08.2011) Gli investimenti delle casse pensioni svizzere hanno subito una forte pressione nel corso del 1° semestre 2011. Secondo l'Associazione svizzera delle istituzioni di previdenza (ASIP), la rendita media del portafoglio globale ammonta a -0,2%. Questa situazione è dovuta in particolare alla forza del franco svizzero, così come alle turbolenze legate alla crisi del debito sui mercati finanziari.

Al 1° semestre, gli investimenti nell'immobiliare svizzero offrivano rendite migliori alle casse pensioni: certe raggiungevano il 3,5%. Un'altra categoria nelle cifre nere è quella delle obbligazioni svizzere, che hanno mostrato una rendita dell'1,4%.

Al contrario, gli investimenti in azioni accusano forti perdite. Le azioni svizzere hanno subito un calo dell'1,9% durante i primi sei mesi dell'anno. Tale risultato è simile alla flessione fatta registrare durante lo stesso periodo dallo Swiss Performance Index (SPI): -1,8%.

Le azioni e le obbligazioni estere hanno subito flessioni ancora maggiori. Le azioni estere perdono il 5,4%, mentre le obbligazioni diminuiscono del 3,2%. Da notare che queste due categorie rappresentano la seconda e la terza più importante per quanto concerne le indennità: contano infatti il 20,9% ed il 18,9% del totale della fortuna delle casse pensioni.

Al 1° semestre 2011 non è stato constatato alcun cambiamento rilevante di ripartizione tra le diverse categorie di investimento.


Informazione

Ultima modifica 08.09.2015

Inizio pagina

https://www.kmu.admin.ch/content/kmu/it/home/attualita/news/2011/rendite-negative-delle-casse-pensioni.html