Il mercato delle assunzioni si è rivelato stagnante nel 2010

Donna in abiti da ufficio seduta in una fila di sedie con una cartelletta sulla gambe e una ventiquattrore appoggiata a terra accanto a sé.

(13.04.2011) Il comportamento delle imprese svizzere in fatto di assunzioni denota un anno 2010 relativamente buio, il quale lascia però auspicare un miglioramento per il 2011. È quanto rivela il nuovo indice delle assunzioni Jobup. "L'eco del mercato del lavoro in Svizzera" studia l'attività del mercato delle assunzioni per regione e settore, tra il 2004 e 2010, basandosi sulle offerte di lavoro che le imprese pubblicano sui loro siti internet.

Nei settori dell'industria, l'indice stagna ad un livello molto basso, comparabile a quello del 2004. Sono le industrie esportatrici a soffrire maggiormente, andando a toccare il loro livello più basso da cinque anni a questa parte. La tendenza è tuttavia al rialzo e lo studio prevede un incremento del bisogno di effettivi per il futuro.

Per quanto concerne il settore dei servizi, l'indice si situa ad un livello accettabile. È tuttavia difficile abbozzare una tendenza per il prossimo trimestre, data l'evoluzione eterogenea nei diversi settori. È evidente che l'indice delle assunzioni nelle assicurazioni ha subito un'importante flessione, dovuta in particolare ai cambiamenti strutturali tipici di questo settore, mentre i settori del commercio al dettaglio e delle banche consolidano la loro tendenza al rialzo.

L'indice rivela anche che le competenze liberate dalla soppressione di posti nei settori che fanno capo a competenze plurisettoriali (informatica, finanze) potranno essere assorbite più facilmente da un altro settore rispetto ai casi di profili specifici (biologia, farmacologia).

In generale, l'insieme dei servizi ricerca degli informatici mentre il bisogno di competenze incentrate sulla tecnica (elettricità, elettronica) resta stabile. Il problema risiede tuttavia nella mancanza di personale specializzato in questi settori, che porta ad una delocalizzazione degli impieghi all'estero e ad un aumento della disoccupazione.

Su scala regionale, le regioni di Berna, Basilea, Lucerna e Zurigo dispongono di un numero di posti vacanti maggiore. La Svizzera romanda fa registrare un aumento del 2,6% su tutto il periodo, mentre la Svizzera orientale perde invece il 2,9% delle parti di mercato.


Informazione

Ultima modifica 08.09.2015

Inizio pagina

https://www.kmu.admin.ch/content/kmu/it/home/attualita/news/2011/mercato-assunzioni-rivelato-stagnante-2010.html