Le imprese svizzere investono nelle cleantech

Campo di pannelli solari su sfondo di alberi e cielo blu.

(13.04.2011) Le imprese svizzere consacrano una fetta importante dei propri investimenti alle tecnologie cleantech. È quanto rivela la prima pubblicazione dello "Swiss Cleantech Report", il cui scopo è di presentare una panoramica dell'utilizzo delle tecnologie ecologiche in Svizzera. Lo studio precisa anche che la Svizzera è uno dei paesi maggiormente innovatori in materia di tecnologie pulite.

Le cleantech sono delle tecniche che utilizzano risorse naturali in una prospettiva di miglioramento della produttività, mirando al contempo a preservare tali risorse.

In media, dal 5 al 7% degli investimenti delle imprese è consacrato alle tecnologie che garantiscono un miglior rendimento energetico. Gli investimenti delle industrie della carta e dell'elettronica in questo campo superano il 12%, contro il 48% presso i fornitori di elettricità.

Questo interesse è dovuto ai prezzi elevati dell'energia, che spingono le imprese a ridurre i loro consumi, così come ai diversi fattori di politica ambientale.

Per quanto concerne l'innovazione, la Svizzera è uno dei primi paesi ad aver riconosciuto il potenziale delle tecnologie pulite e ad aver incoraggiato il loro sviluppo. In proposito, il numero di brevetti relativi ad invenzioni cleantech ha raggiunto, nel 2008, il numero di 20 per milioni di abitanti.

Il rapporto ricorda tuttavia che si dovrebbero rafforzare le collaborazioni pubbliche e private, al fine di permettere di trasporre in maniera più efficace i risultati della ricerca nelle tecnologie ecologiche e di rendere le imprese svizzere ancor più competitive in questo settore.


Informazione

Ultima modifica 08.09.2015

Inizio pagina

https://www.kmu.admin.ch/content/kmu/it/home/attualita/news/2011/le-imprese-svizzere-investono-nelle-cleantech.html