Incremento della ricchezza dei nuclei familiari nel 2010

Uomo seduto davanti ad un computer in un contesto domestico e donna in piedi accanto a lui che gli passa un braccio sulle spalle.

(30.11.2011) Il patrimonio netto delle famiglie elvetiche ha mostrato una progressione del 2,8% nel 2010, andando a raggiungere CHF 2'691 miliardi, secondo la Banca nazionale svizzera (BNS). Il patrimonio netto pro capite ha avuto una crescita dell'1,7%, ovvero all'incirca CHF 6'000, a CHF 341'000, secondo la BNS.

La forza del franco svizzero, che ha guadagnato rispettivamente il 16% ed il 10% con l'euro ed il dollaro in un anno, ha fatto perdere circa CHF 25 miliardi agli svizzeri nei loro investimenti in valute estere. Ma il risparmio elevato delle famiglie e l'incremento continuo dell'immobiliare sono riusciti a mantenere una crescita del patrimonio positiva.

In totale, gli attivi delle famiglie sono aumentati del 3,2%, a CHF 3'373 miliardi. Gli attivi finanziari sono aumentati del 2,5%, a CHF 1'958 miliardi. In particolare, i depositi presso banche e PostFinance sono cresciuti di CHF 36 miliardi (+6,5%), a CHF 586 miliardi. Per quanto concerne gli attivi immobiliari, l'incremento ammonta al 4,1%, a CHF 1'415 miliardi.

I debiti delle famiglie sono cresciuti di CHF 30 miliardi (+4,6%), andando a raggiungere CHF 682 miliardi. I prestiti ipotecari, che rappresentano il 90% dell'insieme dei passivi delle famiglie, sono saliti da CHF 604 miliardi a CHF 632 miliardi. D'altro canto, i crediti al consumo sono rimasti stabili: lo scorso anno ammontavano sempre a circa CHF 15 miliardi.


Informazione

Ultima modifica 09.09.2015

Inizio pagina

https://www.kmu.admin.ch/content/kmu/it/home/attualita/news/2011/incremento-ricchezza-nuclei-familiari-nel-2010.html