Le fideiussioni della Confederazione osannate dalle PMI

Due omini giocattolo si stringono la mano sopra ad un documento con un grafico altalenante.

(28.12.2011) Il sistema di fideiussione, che mira a facilitare l'accesso delle PMI ai crediti bancari con il sostegno della Confederazione, sta funzionando bene. Tra il 2007 ed il 2011 l'ammontare totale delle fideiussioni è salito da CHF 85 milioni a CHF 213 milioni, secondo il Dipartimento federale dell'economia (DFE). Nel 2010 una domanda di fideiussione su due ha potuto essere soddisfatta, ovvero un totale di circa 400.

Secondo il DFE, questi buoni risultati sono dovuti all'introduzione del nuovo sistema di fideiussione nel 2007. Inoltre, l'incremento della quota di rischio assunta dalla Confederazione (65%), così come i contributi ai costi amministrativi, l'hanno resa più attrattiva. Su queste basi solide, il DFE ha rinnovato il suo partenariato con le quattro cooperative di fideiussione esistenti per il periodo 2012-2015.

Oltre a chiarire certi punti tecnici ed amministrativi, queste nuove convenzioni fissano obiettivi misurabili per l'evoluzione del volume delle fideiussioni, che dovrebbero raggiungere CHF 270 milioni entro la fine del 2015. In più, rafforzano la collaborazione tra le cooperative di fideiussione e la Segreteria di Stato dell'economia (SECO).

Al momento sono 1'600 le PMI che beneficiano di una fideiussione in Svizzera. Il funzionamento del sistema è assicurato da tre cooperative regionali - la Cooperativa romanda di fideiussione-PMI, la Cooperativa di fideiussione Mitte e la Cooperativa di fideiussione della Svizzera orientale (OBTG) - ed anche una cooperativa nazionale - la Cooperativa di fideiussione delle donne svizzere (SAFFA).


Informazione

Ultima modifica 24.02.2016

Inizio pagina

https://www.kmu.admin.ch/content/kmu/it/home/attualita/news/2011/fideiussioni-confederazione-osannate-pmi.html