Forte diminuzione della disoccupazione al secondo trimestre in Svizzera

Una donna seduta ad un tavolo con una tazza di caffè scorre gli annunci di lavoro su di un giornale.

(12.10.2011) Il tasso di disoccupazione è diminuito in Svizzera nel corso del 2° trimestre 2011. Ha raggiunto il 3,6%, contro il 4,2% dello scorso anno, secondo i rilevamenti dell'Ufficio federale di statistica (UST). In Svizzera sono stati rilevati 163'000 disoccupati nell'ultimo trimestre, ovvero 27'000 in meno rispetto al 2° trimestre 2010.

Questa diminuzione va a vantaggio delle donne, categoria per la quale il tasso di disoccupazione è passato dal 4,8% al 3,7%. Tra gli uomini è invece regredito di 0,3 punti, a 3,5%. Considerando la variabile dell'età, i giovani mostrano il dato la cui diminuzione è più forte. Il tasso di disoccupazione è diminuito dal 7,2% al 5,9% tra i giovani di età compresa tra i 15-24 anni, dal 4,2% al 3,4% per i 25-49 anni e dal 3,3% al 3,1% per i 50-64 anni. Inoltre, l'indebolimento della disoccupazione si riscontra sia tra gli svizzeri (dal 3,2% al 2,6%) che tra gli stranieri residenti permanenti (dal 7,5% al 6,6%).

Le persone che hanno seguito una formazione secondaria sono praticamente i soli ad aver beneficiato del calo della disoccupazione, passando dal 4,7% al 3,4%. Questo tasso è rimasto stabile al 2,4% per le persone che possiedono un diploma di terzo grado (scuole superiori, università, ecc.) ed è diminuito solo leggermente tra le persone senza formazione post-obbligatoria (dal 6,5% al 6,4%).

Sui 163'000 disoccupati recensiti in Svizzera al 2° trimestre 2011, 71'000 erano senza lavoro da almeno un anno. La disoccupazione di lunga durata è quindi aumentata dal 34,3% al 43,3%. La durata media della disoccupazione si è pure prolungata, passando da 221 giorni a 266 giorni. 

Il numero di persone che lavorano a tempo parziale ha raggiunto 1,47 milioni al 2° trimestre 2011 (sui 4,7 milioni di attivi occupati), in aumento di 4'000 rispetto all'anno precedente. Tra questi, 270'000 desidererebbero lavorare maggiormente, secondo l'UST.

L'Unione europea (UE) e la zona euro hanno pure riscontrato un calo della disoccupazione durante il 2° trimestre 2011, pur se meno pronunciato che in Svizzera. Rispetto allo scorso anno, il tasso è passato dal 9,6% al 9,4% negli stati dell'UE e dal 10% al 9,8% nella zona euro. Tra i paesi dell'UE e dell'AELS, soltanto la Norvegia fa registrare un tasso di disoccupazione inferiore a quello delle Svizzera (3,5%).


Informazione

Ultima modifica 09.09.2015

Inizio pagina

https://www.kmu.admin.ch/content/kmu/it/home/attualita/news/2011/diminuzione-disoccupazione-secondo-trimestre-svizzera.html