"La tecnologia blockchain permette di ridurre i costi e accrescere la trasparenza"

La tecnologia blockchain potrebbe rivoluzionare molte attività economiche negli anni a venire. Roman Beck, professore all’università IT di Copenaghen, ci parla dei settori in questione e della rilevanza di questa tecnica per le PMI. 

Spesso associata al denaro digitale Bitcoin, la tecnologia blockchain è però utilizzata anche in altri settori. Essa consiste in un registro digitale nel quale vengono registrate tutte le transazioni tra diversi partner. La sua particolarità risiede nel fatto che le parti in causa creano una rete che verifica ogni transazione. Una volta che una transazione è stata salvata nella catena (blockchain), essa non può più essere cancellata, e resta consultabile in qualsiasi momento da parte dei membri della rete (vedi l’infografica qui sotto). Roman Beck, professore di gestione informatica all’università IT di Copenaghen, prevede grandi stravolgimenti ai quali le PMI dovrebbero prepararsi. 

Per quali processi il ricorso alla tecnologia blockchain può risultare interessante?

Roman Beck: Di principio, la tecnica blockchain può essere applicata a tutti i processi di transazione che implicano svariati partecipanti. Diversi settori sono quindi toccati, dalla logistica alla finanza. Questa tecnologia ha il vantaggio di rafforzare la relazione di fiducia: tutti i partner sono informati in maniera continua e trasparente dell’insieme delle transazioni effettuate. Inoltre, la blockchain può sostituire gli intermediari. L’economia di scambio, nella quale tutte le transazioni sono convalidate in maniera centralizzata attraverso piattaforme quali Airbnb, ne è un buon esempio. Grazie alla tecnologia blockchain, i membri della rete potrebbero concludere degli affari direttamente tra loro, senza che alcun intermediario sia necessario. 

Quali settori industriali utilizzano già la blockchain?

Beck: Per il momento, il potenziale della blockchain è principalmente testato da grandi imprese nel settore della gestione della catena logistica. BHP Billiton, una delle più importanti società mineraria del mondo, utilizza ad esempio questa tecnologia per seguire la localizzazione di carote di perforazione estremamente preziose. Un altro esempio: il grande armatore Maersk segue da qualche tempo le sue rotte marine grazie alla blockchain. L’imprese spera così di migliorare la trasparenza per ogni tappa della catena di trasporto, riducendo il rischio d’errore e di frode, e accelerando i processi. 

Quali settori economici possono in particolare trarre profitto dalla tecnologia blockchain?

Beck: Il calo dei costi, il miglioramento del rendimento e il rafforzamento della trasparenza sono obiettivi che tutti i settori organizzati in rete possono raggiungere. Penso in particolare al settore finanziario, nel quale la blockchain potrebbe sostituire degli intermediari come le banche tradizionali, i fornitori di servizi di pagamento e le borse. Il settore dell’internet delle cose, che dovrebbe guadagnare sempre più importanza nei prossimi anni, potrà anch’esso trarne vantaggio: gli apparecchi elettronici che sono legati gli uni agli altri via internet potranno così scambiarsi dati in maniera sicura grazie alla blockchain.

Schema che illustra il funzionamento della blockchain, dall'immissione in rete del pagamento da parte della persona A che viene aggiunto a un blocco di dati, convalidato mediante crittografia, conservato nella blockchain e trasmesso alla persona B.

Quali sono i vantaggi delle applicazioni blockchain per le PMI?

Back: Queste applicazioni sono principalmente benefiche per le PMI che trattano con partner commerciali variabili. Come detto in precedenza, la blockchain può accelerare e ottimizzare i processi nel settore della gestione della catena logistica. Inoltre, permette di facilitare svariati processi amministrativi, in particolare nell’ambito della fiscalità, dell’immatricolazione o dei rimborsi delle imposte. Per le imprese, questo può comportare un risparmio considerevole di tempo. 

Quale approccio dovrebbero adottare le imprese in merito alla blockchain?

Beck: In generale, sono convinto che la tecnologia blockchain comporterà importanti cambiamenti in molti settori economici. È pertanto raccomandabile familiarizzare sin d’ora con questo argomento, per poter anticipare eventuali sviluppi. Per far questo, può essere utile partecipare a un atelier d’introduzione a questa tematica. L’impresa Ethereum, con sede a Zugo, o anche IBM con il suo progetto Hyperledger, propongono ad esempio strumenti basati sulle applicazioni. Molte imprese sono ancora scettiche di fronte a questa nuova tecnologia, in quanto l’associano alla moneta elettronica BItcoin e alle attività criminali. È essenziale che si liberino di questa immagine. 

Quali sono gli ostacoli che si presentano al momento per le PMI nel settore blockchain?

Beck: Al momento, resta ancora da definire un quadro giuridico chiaro concernente la tecnologia blockchain. Molte questioni restano ancora in sospeso in merito a questa applicazione. Ad esempio: come creare un’interoperabilità tra diverse blockchain? Si può annullare una transazione? Bisogna integrare un "diritto all’oblio" in seno alla blockchain? Per il momento, un comitato al quale partecipano 18 paesi e diversi esperti internazionali deve elaborare delle norme ISO per la blockchain. I primi risultati dovrebbero essere disponibili entro tre o quattro anni.


Informazione 

Biografia

Ritratto di Roman Beck, professore all’università IT di Copenaghen.

Dal 2014, Roman Beck è professore di gestione informatica e di leadership all’università IT di Copenaghen. In precedenza era professore di e-finance e di scienze dei servizi all’università Johann Wolfgang Goethe di Francoforte. Ha pubblicato diversi articoli sul tema della blockchain ed è membro del comitato incaricato di elaborare delle norme ISO per questa tecnologia negli anni a venire.

Ultima modifica 21.06.2017

Inizio pagina

https://www.kmu.admin.ch/content/kmu/it/home/attualita/interviste/2017/la-tecnologia-blockchain-permette-di-ridurre-i-costi-e-accrescere-la-trasparenza.html