"Il Forum PMI difende gli interessi delle piccole e medie imprese a livello federale"

Il Forum PMI si impegna affinché l’amministrazione federale dedichi, nel quadro della sua attività, un’attenzione particolare alla piccole e medie imprese. Intervista al suo co-presidente, Eric Jakob.

La revisione "Swissness", la terza riforma dell’imposizione delle imprese ed anche il progetto di legge sui servizi finanziari sono tutte tematiche trattate lo scorso anno dal Forum PMI. I membri di questa commissione extraparlamentare sono regolarmente invitati a prendere posizione su leggi o ordinanze federali nel quadro delle procedure di consultazione. Possono inoltre proporre delle semplificazioni concernenti le regolamentazioni esistenti, nel momento in cui hanno un impatto negativo sulle PMI. Il Consiglio federale ha istituito questa commissione nel dicembre 1998 al fine di assicurarsi che le imprese non fossero sovraccaricate da compiti amministrativi inutili o da costi di regolamentazione esagerati.

Una panoramica delle attività del Forum PMI con il suo copresidente, l’ambasciatore Eric Jakob, capo della Direzione per la promozione della piazza economica della Segreteria di Stato dell’economia (SECO).

Come funziona il Forum PMI e quali sono i temi tipici che sceglie di trattare?

Eric Jakob: Ci incontriamo sei volte all’anno e trattiamo, ogni volta, due o tre temi diversi. Quest’anno, ad esempio, abbiamo discusso della revisione delle ordinanze relative alla nuova legge sulle derrate alimentari, della modifica della legge sull’esecuzione e sul fallimento e della revisione del diritto della società anonima. Ci siamo anche chinati sul progetto inerente l’attuazione delle nuove disposizioni costituzionali sull’immigrazione, ma anche sulla registrazione del tempo di lavoro, la lotta contro il lavoro nero e la trasmissione elettronica dei dati salariali. I soggetti presi in considerazione possono essere consultati sul nostro sito ( link « Thèmes examinés par le Forum PME et prises de position»).

A quale stadio di un progetto intervenite?

Jakob: La maggior parte delle volte interveniamo durante la procedura di consultazione, ovvero prima della trasmissione del progetto di legge al Parlamento. Ma può succedere che lo facciamo anche prima del lancio del processo ufficiale di consultazione, quando sappiamo che si sta preparando un progetto importante. In entrambi i casi, invitiamo le persone incaricate del dossier affinché ci spieghino di cosa si tratta e possiamo quindi seguire l’intero processo.

Quali proposte del Forum PMI sono state coronate dal successo?

Jakob: Un esempio che menziono volentieri è quello del rilevamento dei valori soglia a partire dai quali è obbligatoria una revisione ordinaria. Questa semplificazione è stata proposta dal Forum PMI nel quadro della revisione del diritto della società anonima e del diritto contabile. Permette alle imprese di risparmiare circa 370 milioni di franchi svizzeri ogni anno. Nel corso dei periodi 2004-2007 e 2008-2011, il tasso di successo del Forum PMI ha raggiunto il 68% delle raccomandazioni emesse. È in corso una valutazione per il periodo 2012-2015 e già sappiamo che questo tasso è in leggero aumento. Ciò dimostra che la nostra influenza e i nostri contributi sono importanti e utili. Gli uffici incaricati delle nuove leggi e ordinanze vengono resi attenti, tramite le prese di posizione della commissione, sugli impatti dei loro progetti sulle PMI. Rinunciano alle disposizioni problematiche nel momento in cui le conseguenze sono troppo negative.

In quale casi non riuscite a far valere il vostro parere?

Jakob: È difficile a dirsi in maniera generale. Può essere quando vi sono in gioco interessi contrari particolarmente forti. Certi parlamentari reputano, ad esempio, che la protezione dei lavoratori sia più importante della libertà imprenditoriale. Ma, più sovente, sono gli uffici federali che decidono di mantenere la loro posizione, in quanto il progetto di legge è stato già consolidato con altri attori.

Qual è la differenza tra la procedura di consultazione di una legge standard ed il lavoro del Forum PMI?

Jakob: Innanzitutto, il valore aggiunto del Forum PMI è di poter intervenire, se necessario, prima della messa in consultazione. In secondo luogo, al momento di un processo di consultazione, abbiamo accesso alle persone interessate che ci spiegano il loro progetto. Le nostre prese di posizione sono quindi spesso più precise di quelle raccolte in un processo classico di consultazione e propongono, nella maggior parte dei casi, soluzioni alternative concrete.

Da chi è composto il Forum PMI?

Jakob: Dodici donne e uomini imprenditori provenienti da diversi settori dell’economia, una rappresentante della Conferenza dei capi dipartimento cantonali dell’economia pubblica – si tratta attualmente della consigliera di Stato Esther Gassler del canton Soletta – ed una rappresentante dei centri di creazione d’imprese. Il Forum PMI è co-presieduto da uno o due membri provenienti dai ranghi degli imprenditori; si tratta al momento del consigliere nazionale Jean-François Rime, che è pure presidente dell’USAM, l’associazione mantello delle PMI in Svizzera. La o il secondo co-presidente proviene dalla direzione della SECO. Ho il piacere di rivestire questa carica dal dicembre 2012. L’anno prossimo accoglieremo inoltre otto nuovi membri imprenditori, in quanto la procedura di rinnovamento di tutte le commissioni extraparlamentari è in corso quest’anno.

Come vengono selezionate queste persone?

Jakob: Dobbiamo presentare dei candidati ogni quattro anni. Il Consiglio federale prende la decisione finale. Esistono dei criteri stabiliti per tutte le commissioni extraparlamentari della Confederazione. Devono, ad esempio, essere composte da una quota di almeno 30% di donne e 30 % di uomini e annoverare obbligatoriamente francofoni, italofoni e germanofoni. Inoltre, si aggiungono le condizioni proprie al Forum PMI: i membri devono rappresentare il ventaglio più ampio possibile di rami ed occupare una funzione dirigente in seno ad una PMI.

Qual è il futuro del Forum PMI?

Jakob: Il Forum PMI è stato oggetto, lo scorso anno, come le altre commissioni extraparlamentari, di un esame dettagliato della sua ragione di esistere. I risultati delle analisi hanno mostrato che il Forum PMI merita chiaramente di essere mantenuto. A mio parere, si tratta di una buona istituzione, che dovrebbe essere ulteriormente rafforzata.


Informazione

Biografia

Ritratto di Eric Jakob, co-presidente del Forum PMI.

Ambasciatore Eric Jakob (*1962), Dr. phil., dall' 01.12.2012 capo della Direzione per la promozione della piazza economica. Ex direttore dell’ente regionale «Regio Basiliensis» e del relativo ufficio di coordinamento intercantonale. Dal 1995 al 2003 ha rivestito per lo stesso ente la carica di vicedirettore. Dal 1993 al 1995 è stato consulente svizzero per la «Infobest Palmrain», centro di consulenza e informazioni su questioni transfrontaliere con sede a Village-Neuf (Francia). In precedenza ha lavorato come responsabile di progetto nell’ambito dell’iniziativa delle PTT «Kommunikations- und Modellgemeinde Basel» e ha svolto attività giornalistiche. Eric Jakob ha studiato germanistica, scienze dei media e filosofia presso le università di Basilea ed Edimburgo. Ha inoltre ottenuto un master in economia d’impresa e marketing. Sposato, vive a Basilea ed è padre di due figli. Co-presiede il Forum PMI dal dicembre 2012.

Ultima modifica 11.10.2015

Inizio pagina

https://www.kmu.admin.ch/content/kmu/it/home/attualita/interviste/2015/forum-pmi-imprese-livello-federale.html