"Le fiere ed i saloni devono sfruttare le possibilità offerte dal digitale"

L’impresa zurighese Balluun ha sviluppato una nuova piattaforma digitale B2B. Lo strumento si rivolge in particolare alle PMI attive nel commercio all’ingrosso che, contrariamente ai dettaglianti, non sono in molte a puntare su questo tipo di servizi online.

Nel settore del B2B (commercio da impresa a impresa), il saloni fisici sono ancora all’ordine del giorno, malgrado la digitalizzazione di numerosi settori d’attività. Balluun, una start-up zurighese, ha lanciato una piattaforma digitale che permette alle PMI di entrare in contatto con dei clienti e di concludere delle vendite online. Al momento, questo servizio viene proposto soltanto negli Stati Uniti, dove l’impresa conta 20 dei suoi 24 collaboratori, ma dovrebbe entrare sul mercato svizzero alla fine dell’anno. Patric Umiker, responsabile del mercato europeo, spiega come le PMI possano trarre vantaggio dalla digitalizzazione delle loro attività B2B.

Quale importanza riveste il digitale per le attività B2B delle PMI?

Patric Umiker: Al momento, la maggior parte delle PMI realizza una minima parte soltanto della propria cifra d’affari online. A causa della mancanza di tecnologie adatte, i supporti digitali non hanno saputo imporsi nel settore del commercio all’ingrosso. Le PMI, contrariamente ai grandi gruppi, non dispongono di risorse sufficienti per dotarsi di tali mezzi. Un recente studio dell’istituto di ricerca Forrester indica però che questi ultimi fungeranno da piattaforma di comunicazione. Siccome i saloni mettono in relazione le PMI con diversi clienti per breve durata, essi rappresentano un forte potenziale per dei servizi digitali annessi.

Da dove è nata l’idea di Balluun?

Umiker: L’idea di base era di creare una piattaforma digitale di B2B che riunisse tutti gli attori di un settore per permettere loro di comunicare e fare affari. Si tratta di un servizio a metà strada tra Facebook e Amazon, che costituisce un vero e proprio mercato online dedicato agli espositori di saloni e alle imprese con una rete sociale integrata.

Come funziona la piattaforma?

Umiker: Gli spazi digitali proposti da Balluun possiedono cinque funzioni principali: sala espositiva digitale, rete, comunicazione, ricerca di prodotti e transazione. In tal modo, gli espositori possono creare la loro boutique online al fine di presentare i propri prodotti tutto l’anno, tessere contatti, pianificare appuntamenti anche prima dell’inizio dei saloni, tenersi aggiornati e condurre il processo di vendita dalla A alla Z.

A chi si rivolge Balluun?

Umiker: Innanzitutto agli espositori di saloni e di fiere per il B2B. E in un secondo tempo, sia ai grandi gruppi che alle PMI. Balluun è stato concepito per tutti i settori.

Quali sono i vantaggi per le PMI?

Umiker: Questa piattaforma digitale raggruppa tutti gli attori del settore. Si tratta di un atout per le PMI che, per CHF 100-300 al mese, possono entrare in contatto con dei grandi gruppi. Questo servizio permette inoltre alle società di diffondere la loro pubblicità sulla homepage della piattaforma, così come avviene su Facebook. Le imprese raggiungono così una clientela più ampia, al di là dei limiti temporali e fisici imposti dai saloni e dalle strutture di distribuzione.

Come sono evoluti i saloni negli ultimi anni?

Umiker: Il digitale sta guadagnando terreno e prende piede sulle funzioni tradizionali dei saloni, e questo li mette sotto pressione. Per poter resistere stabilmente sul mercato e rafforzare le attività fisiche, i saloni devono svilupparsi nell’universo digitale e conquistarsi nuovi settori di attività smaterializzati.

Quale evoluzione ha avuto Balluun dalla sua creazione?

Umiker: All’inizio, eravamo concentrati sullo sviluppo del nostro prodotto e abbiamo concepito un’applicazione: Balluun 365. Abbiamo, in seguito, stretto degli accordi di partenariato con degli organizzatori di saloni negli Stati Uniti, come Advanstar Global, che organizza tra l’altro il Magic Las Vegas, il più grande salone del mondo. Parallelamente, abbiamo incrementato i nostri investimenti nel marketing e nella vendita in modo da estendere la nostra presenza su scala internazionale. Quest’anno siamo, ad esempio, riusciti a sottoscrivere un contratto con Messe Stuttgart, il primo organizzatore di saloni in Germania.

Informazione

Biografia

Ritratto di Patric Umiker, responsabile del mercato europeo per Balluun.

Patric Umiker è di professione agente immobiliare. Per diversi anni è stato il responsabile della squadra di commercializzazione di un’agenzia immobiliare zurighese. In seguito ha gestito diversi progetti di raccolta fondi per la società d’investimento Saventis. Dall’inizio del 2015 lavora per Balluun come responsabile delle relazioni con la clientela e della gestione dei prodotti sul mercato europeo.

Ultima modifica 16.12.2015

Inizio pagina

https://www.kmu.admin.ch/content/kmu/it/home/attualita/interviste/2015/fieri-devono-sfruttare-possibilita-offerte-dal-digitale.html