"La sfida principale consiste nel costruire una squadra"

Con sede a Dübendorf, la società QualySense ha sviluppato un macchinario che permette di selezionare ed analizzare grani a grande velocità. Lavora attualmente con diversi attori dell’industria alimentare.

Proveniente dal settore dell’ingegneria aerospaziale, Francesco Dell’Endice ha potuto servirsi delle sue conoscenze e del suo background per sviluppare il QSorter, un macchinario destinato a selezionare ed analizzare diverse tipologie di grani. Ci parla del suo percorso di imprenditore e delle prospettive nel suo campo di attività. Intervista.

Ci potrebbe descrivere il modello affaristico della sua società?

Francesco Dell’Endice: Il nostro macchinario, il QSorter, è un apparecchio di laboratorio che permette il selezionamento e l’analisi di campioni di cereali, di grani e di fave. Può essere utilizzato per ispezionare la qualità, per la sorveglianza dei processi o la ricerca e lo sviluppo nel campo del cibo e delle bevande. La fabbricazione è in outsourcing, mentre ci occupiamo del suo assemblaggio e del marketing. Il nostro prodotto viene venduo ai nostri clienti con un servizio di manutenzione.

Quali sono i settori di attività nei quali lavorate?

Dell’Endice: Ho svolto una tesi sulla cartografia di obiettivi naturali dallo spazio. Con l’Agenzia spaziale europea abbiamo sviluppato un sensore che permette di misurare e cartografare le proprietà biochimiche della vegetazione, del suolo e dell’acqua. Il QSorter applica la medesima tecnologia. Prima di lanciare QualySense, ho valutato il potenziale della tecnologia che abbiamo sviluppato all’Università di Zurigo nell’industria ed ho trovato un’opportunità nel settore dei cereali che, per fortuna, corrispondeva alle applicazioni che mi erano famigliari.

Potrebbe descrivere più precisamente il funzionamento del suo macchinario?

Dell’Endice: L’innovazione principale dietro il QSorter si basa sul trasporto di ogni grano ad alta velocità e la misura delle sue proprietà in tempo reale. Una videocamera a colori cattura un’immagine del nucleo ed identifica diverse caratteristiche fisiche quali colore, dimensione, difetti o danni. Nello stesso tempo, uno spettrometro ad infrarossi inietta luce nel nucleo e misura il suo contenuto biochimico, ad esempio le proteine o l’olio. Una volta misurata la qualità del grano, viene presa una decisione di selezionamento. Abbiamo installato i primi apparecchi quest’anno in Europa e negli Stati Uniti presso diversi grandi attori dell’industria alimentare.

Quali sono le grandi tendenze attuali nel suo settore di attività?

Dell’Endice: L’industria alimentare vive attualmente una fase di rinascita. Il grado di innovazione è in costante aumento, così come la domanda di prodotti premium sani. Sullo sfondo, possiamo rilevare la sfida molto importante che rappresenta, in questo contesto, la crescita rapida della popolazione mondiale.

Quali sono state le principali tappe nello sviluppo della sua società?

Dell’Endice: La nostra impresa è stata fondata nel 2010. Abbiamo inseguito costruito i primi prototipi per attrarre gli investitori e qualche cliente innovativo. Nell’insieme, direi che la sfida principale, che non abbiamo ancora completamente concretizzato, consiste nello sviluppare una squadra di professionisti adattati alla nostra cultura d’impresa, che si basa sulla creatività, la libertà, la capacità imprenditoriale e l’integrità. Attualmente contiamo 14 collaboratori. La vendita dei prodotti è iniziata nel 2014. Il mio progetto per i mesi a venire consiste nel costruire una squadra solida ed efficace in modo da continuare a far prosperare la nostra società.

Quali sono state le maggiori difficoltà che ha dovuto affrontare nella sua vita di imprenditore?

Dell’Endice: La sfida principale consiste nel costruire una squadra, e ciò richiede una grande volontà nell’agire in quanto coach ed aiutare gli altri. Partendo da ciò, lavorare 16 ore al giorno, essere responsabile di tutto, sviluppare una tecnologia ed una clientela, fa evidentemente parte delle regole del gioco.

Quali consigli darebbe ad un giovane imprenditore che volesse lanciare una sua impresa in Svizzera oggi?

Dell’Endice: Gli consiglierei di seguire le proprie passioni e di assicurarsi di disporre di una volontà sufficiente per agire in quanto coach ed aiutare molte persone, che si tratti della squadra, degli investitori o della clientela. Infine, dovrà insaporire il tutto con molta perseveranza e tonnellate di strategia. Se uno solo di questi elementi dovesse venire a mancare, consiglierei a questa persona di fare altro.


Informazione

Biografia

Ritratto di Francesco Dell’Endice fondatore della società QualySense.

Nato in Italia, Francesco Dell’Endice ha studiato ingegneria aerospaziale in Italia, in Francia ed in Australia. Ha inseguito svolto un dottorato in scienze naturali all’Università di Zurigo dove ha gestito un progetto di sviluppo di strumenti satellitari per l’Agenzia spaziale europea. Alla fine della tesi, decide di seguire il proprio istinto di imprenditore e fonda QualySense.

Ultima modifica 07.09.2015

Inizio pagina

https://www.kmu.admin.ch/content/kmu/it/home/attualita/interviste/2014/sfida-principale-consiste-costruire-squadra.html