"Il nostro sistema permette di analizzare la creazione di valore nella propria impresa"

Aiutare le PMI a conoscere meglio il proprio valore aggiunto. Questo è l’obiettivo del Wertschöpfungsnavigator (WSN), uno strumento d’analisi online messo a punto dalla Zurich University of Applied Sciences (ZHAW).

È per identificare i punti forti e le debolezze delle imprese, e di conseguenza di partecipare al loro sviluppo, che la Zurich University of Applied Sciences (ZHAW) ha messo a punto il Wertschöpfungsnavigator. È online dal mese di settembre 2012 ed è finora stato utilizzato da più di 500 imprese. In cosa consiste questo strumento? Ecco le spiegazioni dei suoi due co responsabili, Gunther Kucza et Stefan Schuppisser.

Potreste spiegare cosa sia esattamente il Wertschöpfungsnavigator (WSN)?

Gunther Kucza: Si tratta di uno strumento di analisi online grazie al quale un imprenditore o un responsabile d'impresa può rapidamente ottenere una valutazione del valore della propria società. Questo strumento verifica se il proprietario è adeguatamente ricompensato in funzione dei rischi corsi rispetto ai suoi investimenti nell'impresa. D'altra parte, questo strumento può stilare un'analisi più specifica sulla base di un auto-diagnosi. Propone un'ottimizzazione del potenziale durante tutta la durata del processo di creazione di valore. Questa valutazione può in seguito essere registrata in un file PDF e stampata.

Qual è il vostro pubblico target?

Stefan Schuppisser: Mettiamo l'accento su tutte le persone responsabili della direzione e del valore di un'impresa o di un'unità d'affari. In generale, si tratta di proprietari, di amministratori, di membri della direzione o di manager dell'unità business. Il WSN può essere utilizzato per un'impresa intera o per delle divisioni specifiche.

Puntate su imprese appartenenti a settori specifici?

Kucza: All'inizio di ogni processo, l'utilizzatore deve scegliere il settore d'attività della sua impresa. Questa scelta pilota le fasi di auto diagnosi e di valutazione. Il WSN si rivolge a tutti i tipi d'impresa, che siano attive nella fabbricazione, il commercio o i servizi. Con l'idea di misurare il valore aggiunto economico, il WSN mira prioritariamente alle imprese a scopo lucrativo. Ciononostante, i parametri di autovalutazione possono essere utilizzati anche da società no profit.

In che modo il Wertschöpfungsnavigator può aiutare concretamente gli imprenditori svizzeri ?

Schuppisser: Fornisce preziose informazioni a proposito degli orientamenti strategici di un'impresa, dando una prima diagnosi solida. Permette di osservare l'impresa da una certa distanza. Possiamo citare l'esempio di una società di orticoltura che, grazie al WSN, ha realizzato che era fortemente orientata sulla relazione con la clientela e che doveva focalizzare maggiormente sullo sviluppo delle competenze dei suoi impiegati.

Kucza: Possiamo anche pensare al caso di una panetteria industriale che ha potuto mettere in evidenza le divergenze esistenti in seno alla direzione, che erano però rimaste taciute. Ogni membro della direzione ha partecipato all'autovalutazione. I problemi sono poi stati trattati e discussi uno dopo l'altro in dettaglio. Un altro esempio riguarda un fornitore di servizi informatici nel canton Zurigo, che sta progettando di utilizzare il nostro navigatore ogni anno nel quadro di una riunione di quadri superiori. Lo scopo è di definire le variazioni annuali, al fine di valutare rapidamente se l'impresa sta viaggiando nella giusta direzione.

È ciò che voi chiamate un'analisi a 360 gradi?

Schuppisser: Il WSN propone uno sguardo approfondito su tutte le attività a valore aggiunto. L'analisi verte sia sulle finanze che sui mercati, i processi o le competenze. L'utilizzatore può così avere una visione d'insieme su tutti i fattori chiave che contribuiscono al suo valore aggiunto. La pressione quotidiana porta spesso a non voler vedere i problemi se non attraverso un tunnel molto stretto.

Questo servizio è a pagamento?

Kucza: No. Si tratta di un'iniziativa a scopo non lucrativo interamente gratuita. Il nostro scopo è rendere WSN accessibile ad una comunità d'affari il più vasta possibile. Per il momento, però, questo servizio è disponibile soltanto in tedesco.

In che modo gli interessati possono iscriversi?

Schuppisser: L'utilizzo degli strumenti d'analisi è spiegato punto per punto sul nostro sito grazie ad un video di presentazione. Ci si può iscrivere molto facilmente creando ed attivando un account di utilizzatore. È importante sottolineare che sono applicate le regole più severe in fatto di sicurezza dei dati.

Come è arrivata la ZHAW ad avere l'idea di lanciare questo servizio?

Kucza: L'idea di partenza era di creare uno strumento d'analisi facile da utilizzare che permettesse alle imprese di identificare le loro forze e le loro debolezze. Il nostro obiettivo era di fornire alle PMI delle linee guida che permettessero un'analisi rapida e gratuita del loro posizionamento. È importante sottolineare che quando parliamo di misurare il valore di un'impresa, lo scopo non è di mettere l'accento soltanto sui guadagni dell'impresa, ma anche di tener conto del capitale impiegato e dei costi d'opportunità.

Quando è stato inaugurato questo servizio?

Kuzca: Il nostro sito è online dal mese di settembre 2012. Da allora, il nostro video introduttivo è già stato visionato circa 1'500 volte.

Quante società utilizzano il navigatore in Svizzera?

Kucza: Finora circa 500 imprese si sono servite del nostro navigatore. Quasi 50 associazioni professionali hanno informato i propri membri dell'esistenza di questo strumento, grazie in particolare ad un link diretto di raccomandazione verso il nostro sito.


Informazione

Gunther Kucza

Ritratto di Gunther Kucza, coresponsabile del progetto Wertschöpfungsnavigator (WSN), strumento d’analisi online messo a punto dalla Zurich University of Applied Sciences (ZHAW).

Professore di gestione strategica alla Zurich University of Applied Sciences (ZHAW) e co responsabile del progetto Wertschöpfungsnavigators, Gunther Kucza si è specializzato nei legami tra la gestione strategica e la finanza d’impresa ed ha lavorato presso diverse imprese dell’industria pesante nei settori di business development, della strategia d’impresa e delle fusioni e acquisizioni.

Stefan Schuppisser

Ritratto di Stefan Schuppisser, coresponsabile del progetto Wertschöpfungsnavigator (WSN), strumento d’analisi online della Zurich University of Applied Sciences (ZHAW).

Docente in management strategico alla University of Applied Sciences (ZHAW) e co responsabile del progetto Wertschöpfungsnavigators, Stefan Schuppisser ha esercitato per diversi anni come consulente strategico per conto di diverse imprese di diversi settori e grandezze.

Ultima modifica 05.09.2015

Inizio pagina

https://www.kmu.admin.ch/content/kmu/it/home/attualita/interviste/2013/sistema-analizzare-creazione-valore-propria-impresa.html