"In Svizzera, il 95% delle aziende acquisite esiste ancora cinque anni dopo"

Companymarket.ch, la piattaforma che facilita la successione di aziende, ha sostituito nel 2010 NEXTmarket, un sito web per la vendita di PMI creato nel 2007 in collaborazione con la SECO. Carla Kaufmann, socia di companymarket.ch, spiega come si svolgono le successioni delle PMI in Svizzera e il ruolo che svolge la sua società in questo processo.

In cosa consistono le attività di companymarket.ch?

Carla Kaufmann: Il nostro lavoro consiste nel rendere il mercato delle aziende più trasparente indicando quali di esse sono in vendita e a che prezzo. Secondo una ricerca dell'Università di San Gallo, nei prossimi anni in Svizzera, 77'000 aziende dovranno affrontare il problema di una successione. Questo numero rappresenta tra il 20% e il 25% del totale delle aziende elvetiche, ossia un numero particolarmente elevato. Si tratta di più di 195'000 posti di lavoro. In pratica, organizziamo delle successioni extra-familiari e pubblichiamo degli annunci di vendita sul nostro sito internet che è accessibile al pubblico. Prima di mettere in funzione questo servizio, l'informazione passava tramite le banche, gli annunci sui giornali o con il passa parola. In Svizzera, companymarket.ch è diventata molto in fretta la piattaforma più importante di questo tipo. Ogni semestre, vi vengono pubblicati circa 300 annunci.

La ricerca di un successore è complicata?

Kaufmann: Ormai in Svizzera, più del 60% delle successioni non si limita più al quadro familiare. È una nuova tendenza. Qualche anno fa, le società si trasmettevano ancora da una generazione all'altra. Oggi, i figli non vogliono più per forza riprendere l'attività familiare. In questo modo, il mercato delle successioni ha acquistato una certa importanza.

I proprietari ottengono migliori condizioni di vendita su un sito online?

Kaufmann: In realtà, il costo è raramente un problema. Quando si trova una persona di fiducia che dispone di una buona cultura aziendale, la vendita si fa generalmente secondo le condizioni del venditore. In caso di difficoltà di finanziamento, le banche possono assicurare un credito. Il proprietario precedente può anche conservare una parte dell'azienda. Ciò che tentiamo di fare rendendo il mercato più trasparente è proprio di facilitare lo scambio tra le persone giuste.

Quali sono le difficoltà principali alle quali devono fra fronte i padroni al momento di una successione?

Kaufmann: In Svizzera, il problema più frequente rimane la tempestività. I proprietari spesso si muovono troppo tardi, quando hanno ormai raggiunto una certa età. Non hanno più abbastanza tempo per cercare un successore, cosa che rappresenta una fonte di complicazione per la vendita. Calcoliamo che siano necessari dai tre ai cinque anni affinché una successione sia fatta secondo le migliori condizioni - tra l'organizzazione amministrativa e la ricerca dell'acquirente che deve anch'egli disporre di tempo a sufficienza per assemblare una somma importante di soldi. 

Non si tratta per l'appunto di un periodo difficile per l'ex padrone?

Kaufmann: Non per forza. Di solito, tutto procede per il meglio. Secondo le testimonianze che riceviamo, già dopo un anno gli ex proprietari considerano che la loro presenza non sia più per forza necessaria e possono così ritirarsi con la coscienza a posto.

La continuità dell'azienda rappresenta un elemento importante ai loro occhi?

Kaufmann: Spesso si tratta di piccole aziende nelle quali il capitale umano rappresenta un fattore fondamentale. Il personale è integrato in una struttura di taglia umana. I dirigenti aziendali fanno in modo che i dipendenti non perdano il loro posto di lavoro. La loro prima preoccupazione rimane quindi il profilo dell'acquirente e la garanzia di una stabilità futura per l'azienda.

Sono molte le persone interessate ad acquisire una società?

Kaufmann: Bisogna sapere che rilevare un'azienda rappresenta un rischio molto meno elevato che fondarne una. Le probabilità di riuscita non sono paragonabili. In Svizzera, la metà delle start-up non sopravvivono più di cinque anni, mentre il 95% delle aziende rilevate esiste ancora cinque anni dopo.

Gli acquirenti cercano piuttosto delle aziende che godano di buona salute oppure una sfida alle aziende più deboli?

Kaufmann: Esistono entrambi i casi. Quelli che cercano di ripartire da zero hanno tuttavia molte più difficoltà a raccogliere i fondi, poiché gli investitori non amano il rischio.

Che tipo di aziende si trovano principalmente su companymarket.ch?

Kaufmann: Sul nostro sito, il 40% degli annunci proviene dal settore dell'industria. Vi si trova praticamente la stessa percentuale di aziende attive nei servizi e nel commercio. 

Quanto tempo bisogna calcolare tra la pubblicazione dell'annuncio e la vendita?

Kaufmann: Grazie ai nostri messaggi di avvertimento, gli acquirenti sono informati direttamente appena viene pubblicato un annuncio che corrisponde ai loro desideri. Di solito, sei mesi bastano per creare un contatto. A volte, succede che gli annunci rimangono sul sito un po' più a lungo, ad esempio durante le negoziazioni, per vedere se compare una nuova offerta interessante.

Gli acquirenti sono piuttosto dei privati o delle aziende?

Kaufmann: Sono presenti entrambi i casi sul mercato. Tuttavia prevalgono i privati, poiché alcuni venditori sono reticenti all'idea di vendere alla concorrenza.


Informazione

Biografia

Ritratto di Carla Kaufmann, socia di companymarket.ch.

Nata e cresciuta in una famiglia di imprenditori, Carla Kaufmann ha studiato giurisprudenza all'Università di San Gallo. Ha lavorato in uno studio d'avvocato e nella società di revisione PricewaterhouseCoopers prima di decidere di lanciarsi, nel 2010, nell'avventura di companymarket.ch con quattro soci. Insieme, riprendono, modernizzano e rinominano il vecchio sito NEXTmarket. Oggi, la giovane socia di 31 anni è responsabile delle acquisizioni della società. È in contatto con banche e fiduciari per mettere sul mercato le PMI che sono alla ricerca di acquirenti. Per la Svizzera romanda, companymarket.ch collabora con Relève PME del Centre patronale.

Ultima modifica 04.09.2015

Inizio pagina

https://www.kmu.admin.ch/content/kmu/it/home/attualita/interviste/2011/svizzera-95-aziende-acquisite-esiste-ancora-cinque-anni-dopo.html