"Sin dall’infanzia volevo creare qualcosa di particolare per le donne"

Raramente le aspirazioni professionali delle bimbe trovano risposta. Il caso di Giselle Rufer è l’eccezione che conferma la regola. La fondatrice del marchio orologiero Delance ha riconosciuto presto la volontà di creare qualcosa di rappresentativo. Nel 1996 punta il tutto per tutto sugli orologi di lusso per donne.

Cosa l'ha portata a produrre orologi?

Giselle Rufer: È stato il destino... A questo vado ad aggiungere qualche elemento in più. Mio padre è venuto a mancare quando avevo appena 8 anni. Un giorno trovai un quadrifoglio e dopo averlo raccolto corsi a casa per mostrarlo a mia madre. Le dissi che da quel momento saremmo sempre state favorite dalla dea bendata. 15 anni più tardi, la mamma mi mostrò una piccola scatola e mi chiese se riconoscevo il contenuto della scatola. Dopo un primo momento di esitazione, i ricordi riaffiorarono. L'esperienza fu così intensa che decisi di creare un talisWOman per donne. Mi ci vollero 25 anni per lanciare sul mercato un orologio. Ero consapevole che, finalmente, il tempo si era fatto donna.

Lei produce orologi d'alta classe. Perché limita la produzione al segmento donne?

Rufer: Sin dall'infanzia volevo creare qualcosa di particolare per le donne. Al momento della messa in atto, ormai quarantenne, mi muovevo già nel mondo orologiero. C'erano un'infinità di orologi per uomo, ma neanche uno che si addicesse a una donna. Volevo quindi creare un orologio che rispondesse all'essenza di femminilità e al modo di relazionarsi con il tempo. Le donne, infatti, vivono il presente con maggior consapevolezza. Era questo il messaggio che volevo lanciare producendo orologi Delance.

Dove li fabbrica?

Rufer: Gli orologi firmati Delance sono prodotti interamente in Svizzera. Più precisamente, nel triangolo di Pruntrut, La Chaux-de-Fonds e Grenchen. La centrale aziendale si trova a Magglingen.

Quanto costano gli orologi Delance e quanti ne vengono venduti?

Rufer:
Finora ho venduto circa 500 pezzi all'anno. I prezzi oscillavano dai CHF 1'980.- ai CHF 85'000.-.

In cosa si differenziano i suoi orologi dagli altri?

Rufer: Gli orologi Delance si riconoscono a prima vista. La possibilità di creare personalmente il proprio gioiello da polso tramite internet fa di Delance un oggetto irrinunciabile per le donne. Inoltre, il marchio Delance stabilisce un vincolo emotivo, soprattutto quando sta a simboleggiare la nascita di un bambino o una data particolare.

Quante persone lavorano per Delance SA?

Rufer: In questo senso, Delance SA è più che altro un'azienda virtuale. In effetti lavoro con partner che non dipendono direttamente da Delance. Sono perlopiù donne che lavorano in un ufficio o uno studio da casa oppure piccole imprese che lavorano anche per altre imprese. Nel mio ufficio lavorano regolarmente tre persone, il numero di esterni è di circa 30 persone.

Qual è la sua filosofia aziendale?

Rufer: Mi vedo come il motore o l'anima dell'azienda. Sebbene mi piaccia fornire nuovi stimoli, organizzare e lavorare all'interno di un team, non di rado lascio ai miei collaboratori la possibilità di prendere l'iniziativa.

In questo senso cerco di attenermi ai seguenti principi di fondo:

  • fare bene ciò che vale la pena fare; 
  • i lavori iniziati vanno terminati; 
  • nel momento in cui credi di aver fatto un buon lavoro, puoi essere soddisfatto del risultato;
  • lavora con passione;
  • 4 occhi sono meglio di 2.

Come promuove il marketing per i suoi orologi?

Rufer: Nel marketing posso coniugare le mie doti con i miei interessi personali. Spesso vengo ingaggiata da organizzazioni per parlare di imprenditoria, marketing, comunicazione, sviluppo personale e altro ancora. Inoltre partecipo a esposizioni ed eventi che rientrano nello spirito del marchio Delance. Lavoriamo poi con cosiddette "ambasciatrici", ossia delle testimonial responsabili di trasmettere in modo proficuo l'idea e lo spirito di Delance. Siamo particolarmente presenti su internet come pure su Facebook e Twitter. Spesso vengo contattata da giornalisti; per loro rappresento un "caso interessante" e, al contempo, facilmente raggiungibile.

La distribuzione è uno dei compiti fondamentali e centrali nella produzione orologiera, non di certo una passeggiata in un settore tanto competitivo. Quale strategia persegue per affermarsi?

Rufer: Sto ancora organizzando la distribuzione in Svizzera e nel resto del mondo. L'anno scorso ho inserito un cosiddetto configuratore sul sito delance.com, uno strumento che permette di creare, ordinare e acquistare l'orologio secondo il proprio gusto personale. È anche un utile ausilio per i rivenditori al dettaglio,. i quali possono attivare il configuratore nel proprio negozio o sul proprio sito web. È prevista l'immissione di un codice con cui si identifica l'acquirente. Questa novità deve tuttavia ancora prendere piede.

Delance SA è strettamente correlata alla sua personalità. Come pianifica la sua successione?

Rufer: Io mantengo la mia funzione di ambasciatrice, l'anima dell'azienda. Sto creando un team che sbrigherà i compiti operativi. Anche mia figlia potrebbe entrare a farne parte.

Quale consiglio si sente di dare alle fondatrici e ai fondatori d'impresa che hanno intrapreso o vogliono intraprendere la via dell'indipendenza professionale?

Rufer: Devono innanzitutto voler realizzare il loro sogno personale. Quindi anche credere in se stessi e conoscere le persone giuste per la realizzazione del sogno. A questo si aggiunge un altro requisito: disporre di sufficiente tempo libero, nel caso ideale 7 giorni su 7, per portare avanti il progetto. Gli aspiranti fondatori devono sapersi accontentare della metà di quello che potrebbero guadagnare. E infine, cosa che non può assolutamente mancare nella vita imprenditoriale è una buona dose di propensione al rischio.


Informazione

Biografia

Ritratto di Giselle Rufer, fondatrice del marchio orologiero Delance.
Giselle Rufer, fondatrice e titolare della Delance SA, Magglingen

Nel 1995 Giselle Rufer fonda la ditta orologiera Delance. Dopo l’apprendistato di commercio ha studiato storia dell'arte e informatica. All’età di 40 anni ha concluso con successo il ciclo di studi di informatica alla scuola ingegneristica di Bienne. Dopodiché ha lavorato per la ditta SMH di Bienne, diretta da Ernst Thomke. Nel gruppo Swatch di allora ha lanciato con successo il famoso orologio per bambini Flik Flak. Nel 1996 Giselle Rufer, ormai madre di due bambini, fonda Delance SA. L’impresa, sita a Magglingen, produce orologi di lusso per il segmento donne. Mediante un concetto modulare è in grado di tener conto delle particolari esigenze dei clienti.

Ultima modifica 03.09.2015

Inizio pagina

https://www.kmu.admin.ch/content/kmu/it/home/attualita/interviste/2011/infanzia-volevo-creare-qualcosa-particolare-donne.html