Il settore alberghiero svizzero è relativamente stabile

Veduta di uno chalet sul quale svetta una bandiera svizzera in un paesaggio innevato.

(21.12.2016) La frequentazione delle strutture alberghiere svizzere è rimasta relativamente stabile durante la stagione estiva del 2016. Secondo i dati provvisori pubblicati dall’Ufficio federale di statistica (UST), sono stati registrati 20 milioni di pernottamenti, corrispondenti allo 0,2% in meno rispetto all’anno precedente. 

Mentre la domanda estera è calata dell’1,3%, attestandosi a 11,2 milioni di pernottamenti durante il periodo in esame (maggio-ottobre), la frequentazione indigena è invece aumentata della medesima percentuale, toccando gli 8,8 milioni di pernottamenti. L’UST precisa che, contrariamente ai mesi di giugno, luglio e agosto che mostravano una diminuzione, i mesi di maggio, settembre e ottobre presentano degli aumenti su ritmo annuo. 

A livello geografico, il continente asiatico è all’origine di una perdita di 197'000 pernottamenti (-5,9%). Da notare che la Cina (senza Hong Kong) è il paese che presenta la diminuzione maggiore in assoluto di tutta la statistica, con -215'000 pernottamenti. Al contrario, i turisti americani hanno generato 40'000 pernottamenti i più rispetto all’estate 2015, corrispondenti al 2,6%. 

Delle 14 regioni turistiche prese in considerazione, solo quattro sono riuscite ad attirare più visitatori rispetto all’anno precedente. La regione di Lucerna/Lago dei Quattro Cantoni registra la diminuzione più importante di pernottamenti (-82'000, cioè il -3,6%). La regione di Zurigo, l’Oberland bernese e Ginevra mostrano cali rispettivi dell’ordine dell’1,3%, 0,9% e 0,9%. 

Per il solo mese di ottobre, l’UST evidenzia un aumento annuo dei pernottamenti del 2,7% (corrispondente a 74'000 unità), a 2,8 milioni. Mentre gli ospiti svizzeri sono stati all’origine di un aumento del 4,9% (a 1,4 milioni), gli stranieri hanno aumentato i loro pernottamenti dello 0,7%.


Informazione 

Ultima modifica 21.12.2016

Inizio pagina

https://www.kmu.admin.ch/content/kmu/it/home/aktuell/news/2016/l_hotellerie-suisse-relativement-stable.html