"Rilevare un’impresa esistente permette di partire col piede giusto"

Ricomprare una PMI offre numerosi vantaggi. È l’esperienza di Bernard Fuhrer che ha rilevato la birreria bernese Felsenau un anno fa.

Da 138 anni la Birreria Felsenau ha sede a Berna sulle rive dell’Aar. Fondata da Johann Gustav Hemmann, l’impresa ha vissuto la successione dirigenziale di cinque generazioni della stessa famiglia fino allo scorso mese di gennaio. La direzione della PMI, che conta 18 collaboratori fissi, è stata allora ripresa dal trentottenne Bernard Fuhrer. Perché ha comprato un’azienda invece di crearne una nuova? Quali sono le lezioni da trarre dalla sua esperienza? Intervista.

Perché riprendere un’impresa esistente?

Bernard Fuhrer: Sono sempre stato affascinato dalle PMI e dal mondo degli affari. Mi dicevo che avrei colto l’opportunità di lanciarmi se mi si fosse presentata. All’inizio dell’estate del 2017 ho saputo casualmente che i proprietari della birreria Felsenau cercavano un acquirente perché non avevano una soluzione interna alla famiglia.

Lei ha un interesse particolare per l’ambito della birra?

Fuhrer: La birra è un prodotto emozionale. È anche un mercato in piena mutazione. Ai tempi vi era  un cartello delle birre, mentre oggi si contano più di 1000 birrerie regionali più o meno grandi in Svizzera, che introducono nuovi sapori.

Il fatto di rilevare un’impresa famigliare comporta delle sfide particolari?

Fuhrer:  Sì. È evidentemente una fortuna poter rilevare un’azienda dalle basi solide e che dispone di una ricca tradizione. Ma non si può sapere come reagirà il mercato. Ho inoltre dovuto guadagnarmi la fiducia degli impiegati, mostrare loro delle prospettive future e spiegare loro il funzionamento dell’azienda sotto la nuova direzione.

Come si posiziona la birreria Felsenau in questo mercato sempre più concorrenziale?

Fuhrer: Siamo una birreria regionale attiva principalmente a Berna e nei dintorni, ma siamo presenti anche in Argovia, a Soletta, Friborgo e nell’Alto Vallese. Il nostro obbiettivo è di produrre birra di alta qualità che risponda alle aspettative dei nostri clienti. Il nostro assortimento consta di otto birre differenti, di cui una senz’alcool. Ad eccezione di  una, si tratta di birre a bassa fermentazione, con una produzione annua di 2,5 milioni di litri. I nostri clienti sono principalmente dei ristoratori della regione, ma anche grandi dettaglianti quali Coop, Denner o Spar, così come negozi più piccoli.

Quanto tempo è durata la fase di trasmissione?

Fuhrer: Sono passati sei mesi dalla prima presa di contatto alla firma del contratto. C’erano logicamente molti elementi da chiarire. Ho in particolare avuto dei colloqui con il mastro birraio e il direttore delle vendite prima del rilevamento per assicurarmi che sarebbero rimasti in azienda e avrebbero sostenuto il mio progetto. Anche il processo di "due diligence" (ndr: audit o insieme delle verifiche che un acquirente deve svolgere prima di una transazione) ha necessitato di un certo tempo.

Come di svolge il finanziamento dell’operazione?

Fuhrer: Il processo si è svolto senza impedimenti. Ho avuto il sostegno finanziario della mia famiglia e ho concluso un credito al consumo con gli ex proprietari (ndr: il pagamento al cedente è rateizzato e quest’ultimo partecipa al finanziamento dell’operazione). Anche le banche hanno apportato il proprio sostegno. Abbiamo la fortuna che la Banca cantonale bernese sostenga le imprese locali per transazioni di questo tipo.

Ha ricorso a degli esperti o a un organismo specializzato?

Fuhrer: È essenziale essere ben consigliati. Essendo economista aziendale ho potuto occuparmi degli aspetti finanziari, ma ho fatto capo a degli esperti per le questioni giuridiche e fiscali, per l’esame dei contratti e per la due diligence. Ci vuole inoltre qualcuno che abbia una veduta d’insieme del progetto, in modo da sapere esattamente quali documenti rimangono da fornire. Ciò permette di garantire una certa rapidità del processo di successione.

Come si sono svolti i suoi primi passi a capo dell’impresa?

Fuhrer: La transizione si è svolta bene, con una fase di sei mesi durante la quale i precedenti proprietari mi hanno accompagnato per la trasmissione delle pratiche e per incontrare i clienti. I dirigenti e il personale mi hanno inoltre molto aiutato affinché il passaggio si svolgesse in dolcezza durante questo primo anno.

Quale bilancio traccia di questo primo anno?

Fuhrer: È stato un anno proficuo, con una crescita della cifra d’affari, principalmente grazie al bel tempo, elemento essenziale per il mercato della birra. La primavera è iniziata molto presto, l’estate è stata molto bella e calda e l’autunno è durato quasi fino a metà novembre. Inoltre abbiamo certamente beneficiato della Coppa del Mondo di calcio.

Quali consigli darebbe a qualcuno che desiderasse lanciarsi nell’imprenditoria rilevando un’impresa?

Fuhrer: In primo luogo bisogna possedere delle conoscenze molto buone del settore in cui si desidera investire. In seguito bisogna avere dei colloqui approfonditi con le persone chiave dell’impresa a cui si mira, in particolare con i dirigenti, per essere sicuri che resteranno dopo la successione. Bisogna anche fare appello a degli esperti che possano fornire consigli intelligenti in materia finanziaria, giuridica o fiscale. Ciò permette di effettuare delle verifiche approfondite durante la due diligence, tappa alla quale è d’altronde essenziale prendere parte personalmente.

Per concludere?

Fuhrer: Non posso che raccomandare la successione a coloro che desiderano lanciarsi nell’imprenditoria. Rilevare un’impresa esistente permette di partire con la marcia giusta, disponendo di un mercato con solide basi e una buona reputazione. Un numero crescente di imprese saranno disponibili ad essere rilevate nei prossimi anni. È importante che vi siano dei giovani che desiderino correre un rischio imprenditoriale per preservare il tessuto delle PMI svizzere.


Informazione

Biografia

Bernard Fuhrer, acquirente della birreria Felsenau

Bernard Fuhrer, 38 anni, ha ripreso la birreria Felsenau nel mese di gennaio 2018. Laureato in economia aziendale all’Università di Berna, ha lavorato in precedenza per la società fiduciaria BDO AG dove si occupava in particolare di accompagnare le imprese durante il processo di successione.

Ultima modifica 16.01.2019

Inizio pagina

Notizie e informazioni per imprenditori e futuri imprenditori
https://www.kmu.admin.ch/content/kmu/it/home/aktuell/interviews/2019/eine-bestehende-firma-zu-uebernehmen-ermoeglicht-einen-guten-start.html