Portale PMI

Inizio selezione lingua

Inizio area contenuto

Inizio navigatore

Fine navigatore



"I nostri collaboratori si sono dovuti mostrare flessibili"

La società Wandfluh si è lanciata in un’importante fase di espansione all’estero dal 2002. Grazie ad un aumento della produzione ed agli sforzi dei suoi collaboratori, è riuscita a sormontare la crisi del franco forte. Intervista con il direttore Hansruedi Wandfluh.

Fondata nel 1946 a Frutigen, nel cuore dell'Oberland bernese, l'impresa famigliare Wandfluh produce sistemi idraulici e moduli elettronici di comando utilizzati in ogni tipo di industria. Hansruedi Wandfluh, figlio del fondatore Ruedi, è a capo della società dal 1983. Essa conta oggi circa 300 impiegati, di cui 250 in Svizzera, ed esporta i suoi prodotti in più di 30 paesi.

Per quali usi sono destinati i vostri sistemi idraulici?

Hansruedi Wandfluh: Assolutamente tutte le imprese industriali fornite di automi hanno bisogno di questo tipo di elementi. Dal momento in cui un'unità di produzione deve realizzare dei movimenti precisi e ripetitivi, delle valvole ed altri accessori idraulici diventano necessari. Fatta eccezione per le macchine industriali, i nostri prodotti sono anche utilizzati nel settore della marina, dei foraggi o della produzione di energia. Si ritrovano i nostri componenti nel settore eolico o nelle dighe, ad esempio.

Quale posto occupa la vostra impresa sul mercato mondiale?

Wandfluh: A livello globale, restiamo una piccola impresa. Abbiamo molti concorrenti nel modo intero e dobbiamo batterci per imporci. Ma la qualità dei prodotti svizzeri e le alte tecnologie che utilizziamo permettono di smarcarsi dalle altre imprese. Esportiamo la maggior parte dei nostri sistemi. Distribuiamo più dell'80% dei nostri sistemi. Lavoriamo con distributori locali.

Producete tutti i vostri prodotti a Frutigen?

Wandfluh: Tutte le basi dei nostri componenti sono fabbricate in Svizzera. Ma per quanto concerne i mercati degli Stati Uniti, della Germania, della Francia , dell'Inghilterra e della Cina, possediamo filiali in loco che ultimano i prodotti. Forniamo la base funzionale dei pezzi idraulici ed elettronici e queste raffinano i sistemi. Siccome si trovano più vicino ai clienti finali, possono adattarsi meglio ai bisogni di questi ultimi.

In che modo il franco forte ha influenzato le vostre attività?

Wandfluh: È stato un duro colpo. Lavoriamo in un settore estremamente competitivo ed il minimo errore può costare caro. Questa crisi ha ridotto i nostri margini al minimo. Malgrado tutto, abbiamo chiuso l'anno con risultati piuttosto soddisfacenti: abbiamo registrato una crescita del 15%.

Quali misure avete adottato per lottare contro il franco forte e raggiungere tali risultati?

Wandfluh: Abbiamo innanzitutto incrementato fortemente il volume della produzione. Grazie alla domanda sostenuta che caratterizza questo settore, abbiamo potuto aumentare i nostri volumi di vendita e controbilanciare la riduzione dei margini. Siamo anche riusciti a ridurre un po' l'impatto della crisi sul nostro reddito. Ma per far fronte al sovraccarico di lavoro indotto da questo incremento della produzione, i nostri collaboratori hanno dovuto mostrarsi flessibili. Per diversi mesi hanno lavorato un sabato su due, oltre le loro ore abituali. Tuttavia, sono stati pagati per questo lavoro, contrariamente a quanto fatto in altre società. Questo sforzo da parte loro ha aiutato molto la nostra società. Oltre a queste misure, siamo stati costretti ad aumentare i nostri prezzi in euro e in dollari la scorsa estate.

Quali sono i vostri progetti futuri per la società?

Wandfluh: Siamo una piccola impresa, ma desideriamo svilupparci ulteriormente. Inoltre, Wandfluh cresce di giorno in giorno. Tra poco ingrandiremo la nostra sede di produzione svizzera e aumenteremo poi la nostra capacità di produzione grazie all'insediamento di fabbriche in Cina.

Ritorna alla rubrica 2012

Ultimo aggiornamento: 15.02.2012

Fine area contenuto


Newsletter

Quali sono i temi importanti per le PMI?
Ordina la nostra Newsletter!

Interview


Biografia

Ingegnere diplomato al Politecnico di Zurigo, Hansruedi Wandfluh ha cominciato la sua carriera attraverso diversi stage professionali all’estero. Dopo aver lavorato due anni come assistente di direzione presso la ditta di famiglia, Wandfluh AG, accede al posto di direttore generale. Parallelamente alle sue attività di imprenditore, Hansruedi Wandfluh è anche uomo politico. Ha un seggio al Consiglio nazionale dal 1999. È sposato ed è padre di tre figli.


Portale PMI
Contatto | Basi legali