Inizio area contenuto

Inizio navigatore

Fine navigatore



In coppia al lavoro

Per praticità o per passione, molte sono le coppie che lavorano insieme. Come gestire la quotidianità ed anticipare le difficoltà?

Il lavoro all'unisono tra coniugi è frequente nel mondo delle PMI. Lui sul cantiere, lei nell'amministrazione. Lui ai fornelli, lei al servizio. Ciononostante, se questo genere di situazione può sembrare ideale vista dall'esterno, i rischi di conflitto sono ben reali. Come evitare di portarsi a casa i problemi riguardanti il lavoro, e viceversa? Quando tutto va bene, è perfetto. Ma se uno dei due settori si degrada, le cose possono cambiare rapidamente...

Frank Marguiles, psicologo specializzato nella terapia di coppia a Zurigo, ha avuto l'occasione di trattare diversi casi. "Con la prossimità, tutte le emozioni si intensificano, spiega lo specialista. In una coppia si deve dar prova di una certa autonomia. È più difficile conservare questo aspetto se i due componenti condividono il privato e la professione. Si creano molte gelosie sul posto di lavoro. È difficile da gestire."

Xavier e Gisèle de Prieux, che sono a capo di una PMI di meccanica di precisione a Sierre (VS), sanno bene cosa significhi lavorare insieme. In coppia dal 1987, con quattro figli, hanno preso in gestione l'impresa di famiglia nel 1999. "Non ero convinta di questa decisione, afferma Gisèle de Preux. I miei genitori tenevano alla ditta. Mia madre aveva il suo ufficio a casa. Sapevo cosa rappresentasse." Salita a capo di una trentina di impiegati, la coppia ha dovuto ristrutturare immediatamente l'azienda. "Ci abbiamo messo due o tre anni per trovare un equilibrio. Portavamo a casa i nostri problemi legati al lavoro. È molto difficile separare le due cose, in quanto l'impresa di famiglia può divorarti. Ci si dà anima e corpo."

Evitare la gerarchia

Xavier de Prieux sottolinea che, nonostante sua moglie e lui siano riusciti a trovare "un buon equilibrio" dal punto di vista professionale, la loro coppia "risente delle difficoltà attraversate dall'impresa". Si deve evitare di parlare di lavoro una volta giunti a casa, per preservare l'amore? Frank Marguiles reputa che questo approccio possa rivelarsi interessante, ma non evidente da mettere in atto. Infatti, un partner deve anche svolgere una funzione di ascolto per l'altro, alla fine della giornata. "Questo ruolo viene a mancare se si condivide il lavoro, dato che ci si butterebbero addosso i problemi. Se vi è conflitto, le emozioni sono forti, e ci si porta tutto a casa."

Xavier e Gisèle si trovano in una configurazione che li mette chiaramente su un piano di uguaglianza, anche nelle implicazioni finanziarie. Una situazione che li rende, secondo loro, "condannati ad andare d'accordo". Secondo l'avviso dello psicologo, una relazione di gerarchia tra coniugi è una pessima idea, e questo tipo di legame deve essere messo in chiaro da subito. "Non si può restare eternamente segretaria e capo. Questo può logorare la relazione privata, in cui i partner devono essere allo stesso livello. La persona gerarchicamente inferiore potrebbe percepire i gesti e le parole dell'altro come se fosse perennemente il capo. "

Poter funzionare alla propria maniera

Cosa consigliare alle coppie che desiderano lanciarsi in un'avventura professionale insieme? Frank Marguiles suggerisce di stabilire in un primo tempo una fase di prova, con la possibilità di revocare il tutto. Secondo lui, è fondamentale definire i settori d'attività. "Non si deve essere obbligati a passare attraverso l'altro per fare il proprio lavoro. Ciascuno deve poter funzionare alla propria maniera. Il fattore riconoscenza è anch'esso primordiale. Bisogna imparare a dire all'altro che non si è contenti del suo lavoro, se necessario. Se vi sono troppe critiche, possono generarsi conflitti nel privato."

Lo psicologo raccomanda fortemente di trovare degli hobby separati, di mantenere un "giardino segreto", di rivolgersi ad altre persone piuttosto che al proprio partner quando si deve parlare di problemi professionali al di fuori dal lavoro. In questo mare di difficoltà preannunciate, l'esperto rassicura almeno su un punto: "Se ci si sente uniti in un progetto, si scatenano emozioni positive. Fa bene alla coppia che al suo interno uno ammiri l'altro per il suo modo di fare, come gli artisti che condividono il loro mondo. Si sentono vicini e ne traggono benefici."

Ritorna alla rubrica 2012

Ultimo aggiornamento: 01.02.2012

Fine area contenuto


Newsletter

Quali sono i temi importanti per le PMI?
Ordina la nostra Newsletter!

Dossier


Link sul tema

Sul tema

Capo e segretaria: la relazione può funzionare

Violaine Boschetti si occupa della segreteria della PMI di gessatura e pittura di suo marito. La moglie attesta che una relazione gerarchica al lavoro può funzionare: “Mi sento alla pari in quanto ci completiamo, afferma. Non sono una segretaria che esegue: se comincia ad utilizzare un tono inaccettabile mentre mi parla, non mi trova d’accordo. Ma lui non è così. Vedo il modo in cui si pone con i suoi operai.”