Inizio area contenuto

Inizio navigatore

Fine navigatore



Secondo trimestre favorevole per l’industria elvetica


(28.09.2011) L'industria elvetica ha un andamento positivo. Secondo l'Ufficio federale di statistica (UST), la produzione è cresciuta del 2,3% al 2° trimestre 2011 rispetto allo stesso periodo del 2010. Le cifre d'affari hanno fatto registrare un aumento del 3,1%.

Per quanto concerne la produzione, l'incremento più forte proviene dall'industria tessile (+19,6%). I mezzi di trasporto, l'industria del cuoio, le macchine e le industrie estrattive hanno pure fatto segnare cifre positive. La produzione di energia elettrica, di gas e di acqua ha invece fatto registrare la diminuzione più importante (-6,8%).

Per quanto riguarda le cifre d'affari, l'industria tessile prevale ancora una volta, facendo segnare un incremento del 23,6%. L'industria chimica (-8,4%) fa invece registrare un'importante diminuzione, dovuta in gran parte alle variazioni dei prezzi.

Le ordinazioni hanno pure fatto registrare una progressione, indica l'UST. L'afflusso è aumentato del 2,6% al 2° trimestre rispetto all'anno precedente, in particolare grazie ai beni di consumo durevoli (+19,7%), che comprendono in particolare l'industria tessile, del cuoio e le industrie estrattive. Solo i fabbricanti di articoli in gomma e materie plastiche (-2,2%) hanno constatato una diminuzione della domanda.

Le ordinazioni in portafoglio hanno guadagnato il 10,1%, trascinate dall'industria estrattiva (+67%). Sono diminuite soltanto nel ramo della fabbricazione di articoli in gomma e materie plastiche (-5,7%) e nell'industria della carta, dell'editoria e della stampa (-3%). Infine, le giacenze di prodotti finiti sono aumentate del 4,5%, andando a raggiungere il massimo nell'industria del legno (+13,7%).

Ritorna alla rubrica 2011

Ultimo aggiornamento: 28.09.2011

Fine area contenuto


Newsletter

Quali sono i temi importanti per le PMI?
Ordina la nostra Newsletter!