Inizio area contenuto

Inizio navigatore

Fine navigatore



Stabili i prezzi al consumo nel maggio 2011


(15.06.2011) L'indice dei prezzi al consumo è rimasto invariato nel maggio 2011 rispetto al mese precedente. Secondo l'Ufficio federale di statistica (UST), il mese di maggio fa tuttavia registrare un aumento dello 0,4% su scala annuale.

Questa stabilità è dovuta all'equilibrio raggiunto tra i principali rami in calo e quelli al rialzo. L'indice del gruppo prodotti alimentari e  bevande analcoliche è cresciuto dello 0,8%. Secondo l'UST, questa evoluzione è dovuta agli aumenti stagionali di certi frutti e al rincaro dei prodotti come i salumi, la pasta, le acque minerali naturali e le bevande edulcorate.

Il gruppo indumenti e calzature (+0,6%), così come i trasporti (+0,4%) fanno registrare degli aumenti più modesti dei prezzi.

Il livello dei prezzi del gruppo abitazione ed energia ha avuto un leggero calo (-0,4%), che è dovuto alla diminuzione dei prezzi dell'olio da riscaldamento (-3,9%), dell'affitto dell'abitazione

(-0,2%) e del legno. L'affitto dei garage e posteggi e dei servizi di manutenzione e di riparazione dell'abitazione sono invece rincarati.

Gli articoli e servizi per la casa (-0,2%), il tempo libero e cultura (-0,2%) così come i ristoranti e alberghi fanno registrare diminuzioni più deboli.

I prezzi dei beni indigeni sono invece aumentati dello 0,6%. Quelli dei beni d'importazione  sono diminuiti dello 0,3%.

Ritorna alla rubrica 2011

Ultimo aggiornamento: 15.06.2011

Fine area contenuto


Newsletter

Quali sono i temi importanti per le PMI?
Ordina la nostra Newsletter!