Portale PMI

Inizio selezione lingua

Inizio area contenuto

Inizio navigatore

Fine navigatore



Internet: principale motore della crescita dei media


(22.12.10) La cifra d'affari dei media e del divertimento in Svizzera raggiungerà i 12'584 miliardi di CHF nel 2014, ovvero un aumento del 20% rispetto ai 10'402 miliardi di CHF registrati attualmente. Secondo uno studio di PricewaterhouseCoopers (PwC), le spese di accesso ad Internet dovrebbero ottenere la parte più grande (2,6 miliardi CHF), seguite dai giornali (2,2 miliardi CHF), dai diritti e licenze TV (2,1 miliardi CHF) e dalla pubblicità su Internet (1,2 miliardi CHF).

Lo sviluppo del settore Internet rappresenterà il principale motore della crescita, trainato dall'accesso ad Internet mobile. Infatti, è atteso un aumento della domanda del 16,8% per anno e questo grazie alla penetrazione del mercato da parte degli smartphone, ultraportatili e PC tavoletta.

Dato che la pubblicità Internet ha un forte ritardo da colmare sul mercato svizzero, PwC prevede una crescita annuale del 15,7%. Malgrado la forte progressione del digitale, la pubblicità su carta stampata (abbonamenti, vendite, pubblicità) continuerà a rappresentare la maggior parte del mercato.

A causa della pirateria musicale e dell'abbandono dei formati fisici per i formati digitali, il mercato svizzero delle cartelle musicali (supporti sonori, scaricare da Internet, streaming) dovrebbero registrare una crescita limitata allo 0,9%. Al contrario, la distribuzione digitale dovrebbe aumentare del 14,7% per anno, ovvero dai 15 ai 20 milioni di CHF.

La vendita ed il noleggio dei video, così come i diritti per scaricare da Internet, faranno progredire la cifra d'affari dai 335 milioni di CHF ai 386 milioni nel 2014. Nel settore dei film il fatto di scaricare  dovrebbe raggiungere la crescita annuale eccezionale del 91,1%.

Nonostante il balzo del digitale, i giornali non scompariranno. La loro cifra d'affari dovrebbe rimanere stabile, ma la loro crescita resterà minima. Le case editrici hanno la possibilità, oltre ai media stampati tradizionali, di raggiungere un pubblico sempre più frammentato grazie ad un gran numero di schermi e media. Tuttavia, la crescita non dovrebbe andare al di là dello 0,8% all'anno.

Ritorna alla rubrica 2010

Ultimo aggiornamento: 22.12.2010

Fine area contenuto


Newsletter

Quali sono i temi importanti per le PMI?
Ordina la nostra Newsletter!



Portale PMI
Contatto | Basi legali