Inizio area contenuto

Inizio navigatore

Fine navigatore



Sensibile miglioramento della situazione per le imprese di media grandezza


(10.03.10) Sempre più imprese di media grandezza si stanno riprendendo. Secondo uno studio realizzato da Ernst&Young basato su un sondaggio effettuato presso 700 imprese, il 36% di queste si aspetta un miglioramento della propria situazione commerciale contro il 27% nel mese di maggio 2009. Solo il 7% prevede un peggioramento dei propri affari. Tuttavia, in media, la maggior parte si trova in una situazione critica mentre nel maggio 2009 questa percentuale era soltanto dell'8%.

La maggior parte delle imprese di media grandezza (da 30 a 2'000 impiegati) si trovano attualmente in una situazione relativamente stabile malgrado la situazione economica sfavorevole. Il 40% di queste giudica la propria situazione molto stabile ed il 57% la qualifica come "piuttosto stabile". Solo il 3% afferma di trovarsi in una situazione critica mentre nel maggio 2009 questa percentuale era ancora dell'8%.

Si assiste anche ad un miglioramento delle previsioni congiunturali. Il 43% delle imprese è ottimista sulla situazione economica in Svizzera contro il 23% del maggio 2009, e solo il 17% prevede un calo della congiuntura contro il 38% del maggio 2009.

Ciononostante, se la situazione economica non dovesse migliorare sensibilmente, numerose imprese potrebbero essere in pericolo: in assenza di una ripresa durevole, la sopravvivenza di un'impresa su tredici potrebbe essere minacciata. Secondo lo studio condotto da Ernst&Young, solo un'impresa su due si sente attualmente preparata contro gli effetti della crisi.

Anche se cominciano a guadagnare fiducia in loro stesse, le imprese di media grandezza in Svizzera adottano un approccio conservatore e si sforzano di evitare i rischi. Due società su tre non puntano sulla crescita ma cercano piuttosto di stabilizzare le loro attività di base e solo un'impresa su tre tenta di ampliare la propria gamma di prodotti.

Il 18% di queste desidera comunque assumere nuovi collaboratori durante il prossimo semestre e la parte di imprese che prevede di ridurre i propri effettivi è diminuita sensibilmente (9%).

Anche per quanto concerne gli investimenti, le imprese di media grandezza vogliono continuare a dar prova di riserve: il 21% delle imprese interpellate prevede di aumentare le spese in investimenti per l'anno a venire, il 9% soltanto di ridurle. La maggior parte di queste, ovvero il 70%, ha intenzione di mantenere il carico di investimenti al livello attuale.

Ritorna alla rubrica 2010

Ultimo aggiornamento: 10.03.2010

Fine area contenuto


Newsletter

Quali sono i temi importanti per le PMI?
Ordina la nostra Newsletter!